Un giornale del Conservatorio di Torino mi è sembrata, da subito, una bellissima idea quando un gruppo di ragazzi, capitanata dal collega Claudio Mantovani, è venuta a presentarmela.
Un bel pensiero di apertura al confronto, suggestioni di temi musicali ma non solo, desiderio di condivisione di idee e spunti di riflessioni. Non solo impegno musicale ma anche civile, rivolto, in primo luogo, a cementare quel senso di comunità e di appartenenza, importante per una Istituzione come la nostra.
 
Il mio affetuoso In bocca al lupo e soprattutto grazie di questa bella presenza.
 
Marco Zuccarini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *